sabato, febbraio 27, 2010

CASSIDY


Quando, a luglio 2008, avevo annunciato che avrei lavorato per la Sergio Bonelli Editore , mi rendevo conto di dare solo una mezza notizia, restava la curiosità (per quelli interessati) di sapere nello specifico su che serie mi sarei dovuto cimentare.
Domanda naturale e legittima, ma non era ancora il momento di dare risposte.

Oggi invece, con l'annuncio ufficiale della casa editrice e il conseguente tam tam sui siti/blog/forum fumettistici, qualcosa si può dire e mostrare. Col permesso della redazione, io mi limito a mettere una vignetta dal mio primo numero, e già che ci sono faccio pure un copia/incolla della presentazione ufficiale.

"Cassidy
California, 1977.
Un anno particolare, il ’77. Siamo quasi alla fine del mondo così come lo intendevamo, prima che arrivassero i computer, i telefoni cellulari, internet, prima della caduta del Muro di Berlino e dell'era della globalizzazione. C’erano altre cose, a quei tempi. C’era della buona musica, c’erano bei film, c’erano macchine rombanti e veloci con cui correre oltre il confine messicano. I fuorilegge avevano vita facile, gli sbirri non disponevano ancora di tutte le diavolerie tecnologiche che hanno oggi. Si faceva la guerra ad armi pari, a volte perfino rispettandosi. E sperando che le minigonne non passassero mai di moda.
Il 16 agosto del 1977, a Memphis, presso la sua dimora di Graceland, muore Elvis Presley. Quella stessa notte, una grossa Dodge nera, crivellata di proiettili, procede lungo una strada di campagna, al confine fra New Mexico e California. Al volante dell'auto c’è un uomo alto e robusto, con la faccia dura. Ha quattro proiettili in corpo e si sta dissanguando lentamente.
Così inizia l’ultima, lunga avventura di Raymond Cassidy, fuorilegge, ladro e rapinatore. Un uomo che stanotte scoprirà di avere solo un anno e mezzo di vita. Diciotto mesi per sistemare le cose, per fare i conti con il passato, prima di andare incontro al proprio destino. Non saranno mesi tranquilli, no di certo. Ci saranno scontri, e fughe, e vendette, ad aspettare Cassidy. Donne bellissime, spietati criminali, tenaci tutori della legge arriveranno a complicargli la vita. E un vecchio musicista cieco, il Bluesman, scandirà per lui il trascorrere di quegli ultimi giorni. Una vita al massimo, per Cassidy, una vita a tutta velocità, verso una fine già segnata... Ma che riserverà a lui, e ai lettori della nuova miniserie creata da Pasquale Ruju (in edicola da maggio), più di una sorpresa! "

9 commenti:

lollotek ha detto...

In bocca al lupo per la serie !

Paolo Castaldi ha detto...

sei cazzuto!

Christopher Possenti ha detto...

GRaaaaande!!

Il Pancio ha detto...

Ottimo lavoro.

chiara_taz ha detto...

Finalmente sciolto il riserbo...non ne potevo più di avere questo segreto da mantenere...e soprattutto sono sconcertata dalla assoluta mancanza di tentativi di corruzione per strapparmelo!!!
;P

Gigi Cave ha detto...

Grazie a tutti ragazzi, state connessi che snocciolerò man mano le novità su Cassidy.

Chiara, so cosa vuol dire tenere un segreto anche se nessuno ti viene a chiedere nulla a riguardo... un po' come quando bisognava tacere il fatto che sei incinta.

Avete letto bene, tra un po' divento ZIO!

emo ha detto...

congratulazioni, Gigi, e in bocca al lupo!

Il Pancio ha detto...

Notizia grossa! Bella zio!

Gigi Cave ha detto...

Grazie gente, "zio Gigi" suona bene, che dite?